CAV SPA
CAV SPA

News

Giro d'Italia, in sede CAV la Situation Room per coordinare l'infomobilità a Nordest

News > News - CAV Spa

Il Giro torna a Nordest nella fase finale e decisiva di questa sua 105esima edizione: tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia sono in programma le quattro tappe più attese della corsa rosa, con la carovana che sfilerà tra paesaggi mozzafiato e località che hanno fatto la storia del ciclismo: dalla laguna di Marano ai grandi passi dolomitici, dalle colline del Prosecco all’Arena di Verona, dove sarà una crono a incoronare il vincitore di questa edizione.

Terre da sempre culla di ciclismo, cultura ed enogastronomia, ma da qualche tempo anche laboratorio di innovazione: anche quest’anno, infatti, le tappe venete e friulane in programma da giovedì 26 maggio al grande arrivo di domenica 29 a Verona, vedranno affiancato all’evento sportivo e popolare il meglio delle tecnologie applicate alla mobilità, grazie alla collaborazione tra i maggiori player della viabilità di Veneto e Friuli-Venezia Giulia, quest’anno con il coinvolgimento diretto delle rispettive Regioni.

Sarà ancora una volta un “cervellone” a coordinare tutte le operazioni e le informazioni che riguardano spostamenti, parcheggi, emergenze che affiancano la corsa: una sorta di “torre di controllo” che guiderà tifosi e cittadini nel districarsi meglio tra strade chiuse, parcheggi liberi, schivando traffico e incidenti, per rincorrere la passione e il sogno rosa.

Basterà collegarsi alla app: infomobility.moovamobilityconnect.it

Il servizio di infomobilità sarà garantito dal funzionamento di una sala di controllo, la Situation Room, allestita presso la sede di Concessioni Autostradali Venete-CAV S.p.A. a Mestre e dalla Mobile Control Room, una sala operativa mobile, che seguirà la corsa in collegamento costante con la centrale operativa. Tutto ciò avverrà in occasione delle tappe Borgo Valsugana-Treviso il 26 maggio, Marano Lagunare-Santuario di Castelmonte il 27 maggio, Belluno-Marmolada (Passo Fedaia) il 28 maggio e Verona (Cronometro delle colline veronesi) il 29 maggio, che conclude il Giro 105.

L’obiettivo è garantire, in occasione del passaggio delle tappe più attese e potenzialmente in grado di attirare pubblico e appassionati, la gestione coordinata di tutti gli aspetti legati alla viabilità, al monitoraggio del traffico, i parcheggi e l’informazione all’utenza.

Del progetto fanno parte, oltre alla Regione del Veneto e alla Regione Autonoma Friuli-Venezia-Giulia, Concessioni Autostradali Venete-CAV S.p.A., Autostrada Brescia-Verona-Vicenza-Padova, S.p.A. Autovie Venete, Autostrade per l’Italia, Veneto Strade S.p.A., Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A., ANAS (Gruppo FS Italiane), Comune di Verona, Telepass S.p.A. e Infoblu S.p.A. (Gruppo Telepass).

Grazie alla piattaforma Moova del partner tecnico Almaviva sarà possibile restituire sotto forma di app tutte le informazioni raccolte sul campo, così rese disponibili agli appassionati e a chi si muove sul territorio per assicurare la miglior gestione possibile delle fasi più delicate della corsa, con un occhio ai cittadini che devono spostarsi sul territorio.

La situazione sempre aggiornata della viabilità, delle eventuali criticità dovute al traffico o a incidenti, strade chiuse e deviazioni, sarà garantita in tempo reale e riguarderà anche condizioni meteo particolarmente avverse, disponibilità e ubicazione dei parcheggi, sempre con un occhio allo sviluppo della tappa, ai tempi di percorrenza della corsa e allo spostamento della carovana rosa.

Mobile Control Room